Progetti europei

HERITAGE FOR YOUth

European heritage for youth involvement and entrepreneurship

DETTAGLI:

  • Titolo: EUROPEAN HERITAGE FOR YOUTH INVOLVEMENT AND ENTREPRENEURSHIP
  • Durata: 1 giugno 2020 – 31 maggio 2022 (24 mesi)
  • Programma: Erasmus+ KA2 Partenariato Strategico per lo scambio di buone pratiche per la gioventù
  • Convenzione n.: 2020-1-IT03-KA205-018135

PARTNER:

FINALITÀ DEL PROGETTO

Favorire lo scambio e il dialogo tra giovani e animatori socio-educativi di 7 diversi paesi dell’UE sui temi della salvaguardia e della promozione del patrimonio naturale e culturale e dell’inclusione sociale, sviluppando la competenza imprenditoriale nel campo del turismo ecologico e sostenibile e le competenze trasversali per lo sviluppo personale e professionale e favorendo la partecipazione attiva alla società.

OBIETTIVI:

  • Aumentare la consapevolezza dell’importanza del patrimonio culturale europeo attraverso attività di educazione informale e non formale, come strumento per l’inclusione sociale, la partecipazione dei giovani e l’imprenditoria sociale
  • Promuovere l’educazione ambientale dei giovani, in particolare l’educazione all’ecoturismo per una cittadinanza attiva
  • Rafforzare il senso di appartenenza e partecipazione, promuovendo attività che tutelano e valorizzano il patrimonio comune, coinvolgendo i giovani e gli stakeholder locali
  • Migliorare le competenze chiave degli animatori socio-educativi per migliorare la qualità della loro attività
  • Promuovere l’inclusione e l’occupabilità dei giovani con minori opportunità (compresi i NEET) attraverso un’animazione socio-educativa di qualità e attività di apprendimento transnazionali
  • Facilitare la transizione dei giovani dalla gioventù all’età adulta, sostenendo la loro integrazione nel mercato del lavoro sviluppando le competenze chiave e promuovendo l’apprendimento creativo, l’imprenditorialità e l’imprenditorialità sociale
  • Creare uno spazio europeo di riflessione per il turismo sostenibile come strumento educativo, favorendo la crescita personale e professionale dei giovani.

TARGET

2 categorie  di partecipanti e beneficiari diretti:
  • STAFF DELLE ORGANIZZAZIONI PARTNER (Animatori socio-educativi)
  •  GIOVANI TRA I 18 E I 30 ANNI – Coinvolgendo anche giovani con minori opportunità, che affrontano differenze culturali o ostacoli sociali
 Altri partecipanti e beneficiari indiretti:
  • Oltre 300 partecipanti coinvolti in attività di progetti locali nei paesi partner (volontari, studenti, animatori socio-educativi, operatori del turismo, membri di partner associati, ecc.).

PRINCIPALI ATTIVITÀ

Incontri di coordinamento del progetto
3 Incontri di coordinamento del progetto in Portogallo, Croazia e Romania, con conferenza finale per la disseminazione del progetto in Romania.
Mobilità per l’apprendimento:
TC1: Mobilità formativa per lo staff – Patrasso, Grecia (IntermediaKT) L’ecoturismo come strumento educativo e spinta imprenditoriale per lo sviluppo locale, il branding e gli strumenti online TC2: Mobilitàformativa per lo staff – Malaga, Spagna (IIJ) Sviluppare le competenze chiave degli animatori socio-educativi per il migioramento del coinvolgimento dei giovani, della cittadinanza attiva e dell’imprenditoria sociale TC3: Mobilità mista per i giovani (ASOCIACIJA AKTYVISTAI) Esplorare attività di turismo sostenibile, mobilità sostenibile e condivisione di buone pratiche per la protezione dell’ambiente. Creazione di strumenti per lo sviluppo dell’ecoturismo e dell’imprenditoria sociale (Es. Idee di business plan, itinerari sostenibili, pacchetti turistici accessibili, materiale promozionale, idee per prodotti digitali ecc.), che saranno pubblicati nel sito del progetto e condivisi in ogni paese partner attraverso eventi di visibilità e coinvolgendo gli stakeholder locali.
Attività locali 1:
  • Diagnosi e analisi della situazione attuale in ogni paese partner
  • Questionario per i giovani per definire il profilo dei giovani partecipanti/beneficiari coinvolti (questionario realizzato e condiviso tramite Google form – questionario inviato ai giovani tra i 18 ei 30 anni del Comune/Regione di ciascuna organizzazione)
  • Incontri con partner associati e/o altri stakeholder locali per definire possibili aree di azione
  • Individuazione e raccolta di buone pratiche nel campo del turismo ecologico e sostenibile e dell’imprenditoria sociale
  • Definizione di possibili idee e obiettivi di sviluppo – risorse del patrimonio locale da sfruttare e attività da promuovere e/o implementare
Attività locali 2:
  • Creazione di contenuti online per giovani e operatori giovanili nei settori del turismo ecologico e sostenibile e dell’imprenditoria sociale: – Introduzione all’ecoturismo e all’imprenditoria sociale – Materiale raccolto e condiviso durante LA1, TC1, TC2
  • Selezione e preparazione dei partecipanti per il TC3
Attività locali 3:
  • Valutazione della mobilità dei giovani
  • Raccolta dei risultati della mobilità
  • Un evento di visibilità in ogni paese partner

RISULTATI DI PROGETTO:

  • Sito web multilingue del progetto (secondo le lingue delle istituzioni coinvolte nel progetto) per la condivisione delle buone pratiche e dei risultati del progetto, integrato con una specifica area e-learning con moduli online per sviluppare le competenze dei giovani e degli animatori socio-educativi nei settori in tema di ecologia, turismo sostenibile e imprenditoria sociale, in cui gli utenti potranno anche condividere le proprie esperienze, le proprie conoscenze e fornire aggiornamenti sull’argomento.
  • Booklet con diagnosi e analisi della situazione, identificazione e raccolta di buone pratiche nel campo del turismo ecologico e sostenibile e dell’imprenditoria sociale, caricato nel sito web del progetto.
  • Raccolta di strumenti per lo sviluppo dell’ecoturismo e dell’imprenditoria sociale (Es. Idee di business plan, itinerari sostenibili, pacchetti turistici accessibili, materiale promozionale, idee per prodotti digitali ecc.), sviluppati durante la mobilità per i giovani, caricati nel sito del progetto e condivisi attraverso eventi di visibilità e con il coinvolgimento degli stakeholder locali.
Condividi la pagina